Viaggio in Thailandia - Il blog del Manipulus Mosca - Manipulus Mosca

Vai ai contenuti

Menu principale:

Viaggio in Thailandia

Manipulus Mosca
Pubblicato da in Sport da Combattimento ·
Tags: muaythai

"Welcome in the land of smile", si viene accolti così arrivati in Thailandia. Ed è vero, è un paese di gente sempre sorridente, allegra, che ti trasmette tanta serenità.


Un paese lontano non solo sulla carta geografica ma anche nella cultura. La vita segue ritmi ben diversi da quelli a cui siamo abituati noi occidentali. Si può dire che scorra a due velocità. Da una parte caotica, nel senso letterale della parola, un groviglio di auto, moto e motorette che sfrecciano in ogni direzione, banchetti di cibo intenti a friggere ad ogni ora del giorno e delle notte. Dall'altro lato la pacatezza e la serenità dei thailandesi inspira un senso di armonia e tranquillità.

In questo scenario si colloca anche la passione e la disciplina per un'antica arte: la muay thai.
E' così famosa che la palestra che ho frequentato, per una settimana, ha come allievi molti stranieri provenienti dal Medio Oriente, dall'Europa e dalla vicina Australia.

La palestra si trova al 10° piano di un palazzo al centro di Bangkok e l'area per l'allenamento è all'aperto senza finestre. Lo spettacolo che si ammira è stupendo: la vista di una città in crescita ed in continuo sviluppo. E' una bella sensazione quella di allenarsi all'aperto e non fra quattro mura.
Oltre all'area dedicata alla muay thai c'è un centro fitness ed una piscina all'aperto. E' una struttura molto bella.
Ben attrezzata con sacchi, un ring regolamentare, protezioni e guantoni per tutti.

Gli allenamenti iniziano presto la mattina, alle 7:00 si parte con il riscaldamento: 15 minuti di saltelli con un tubo di gomma dalla sezione di 2cm. Si avverte già il caldo di prima mattina ed è quindi importante e necessaria una costante idratazione.
Finita la fase di riscaldamento si procede con una serie di round da 3 minuti di tecniche ai pao. L'allenatore chiama in maniera rapida le tecniche da portare a segno, forza e concentrazione al massimo. Lo stile è diverso da quello a cui sono abituato. La guardi è più aperta, la posizione quasi frontale. Ogni tecnica mi viene spiegata e corretta con molta scrupolosità.
L'allenamento varia di volta in volta, alternando una fase di studio delle tecniche a vuoto, tecniche ai pao e colpi ai sacchi.
Durate una riprese e l'altra per riposarsi un po' si eseguono flessioni sulle mani, accosciate ed addominali.
Gli allenamenti previsti sono due in una giornata: due ore la mattina dalle 7:00 alle 9:00 e due ore il pomeriggio dalle 17:00 alle 19:00.
Se siete alla prima esperienza vi sconsiglio di impegnare il fisico per tutto questo tempo, poiché lo sforzo è massimo e bisogna considerare anche il fattore ambientale che mette a dura prova il fisico.

La costanza e la disciplina con cui si svolgono gli allenamenti mostrano come la muay thai sia uno sport molto sentito in Thailandia.
Per me è stata un esperienza unica che consiglio a tutti gli appassionati di questo sport di provare, l'unico problema è la distanza che ci separa da questo meraviglio paese.



Pagina Facebook
Manipulus Mosca Copyright © 2010-2017
Tutti i diritti sono riservati - Privacy policy
Torna ai contenuti | Torna al menu