crossit - Il blog del Manipulus Mosca - Manipulus Mosca

Vai ai contenuti

Menu principale:

CrossFit vs Palestre Tradizionali. Un binomio possibile?

Manipulus Mosca
Pubblicato da in CrossFit ·
Tags: crossitpalestra



È possibile fare CrossFit in una palestra tradizionale? Qual è la differenza tra praticare CrossFit in un centro ufficiale, chiamato "box", ed in un luogo non affiliato?

Rispondiamo subito alla prima questione. Non si può praticare vero CrossFit in una "globo gym". Nel corso dell'articolo, ovviamente, chiariremo cosa intendiamo con le espressioni "vero CrossFit" e “globo gym”. E mostreremo i motivi della nostra posizione.
 
Sulla seconda domanda, non è l'affiliazione ufficiale che determina il valore effettivo dell'allenamento CrossFit, ma attenzione alla sindrome del "potrei ma non voglio". Ed anche in questo caso argomenteremo la nostra affermazione.

 
Quanto è brutto questo CrossFit
 
Non possiamo nasconderlo. Oramai, questo fantomatico CrossFit è divenuto lo sport del momento. Poche volte, nel corso degli ultimi anni, abbiamo assistito ad un fenomeno di tale portata non solo in termini di praticanti, ma nell’autentico sobillamento che ha portato nell’ambiente. Alcuni lo praticano (bene), molti lo improvvisano (male), tutti ne parlano (bene o male).
Il nocciolo della questione è che tutti, ammiratori o detrattori, devono farci i conti con questo CrossFit. Per coloro che abbiano vissuto fin ad ora nell’ignoranza sull’argomento, e che inoltre abbiano avuto la pazienza di arrivare a questo punto dell’articolo, non possiamo non spiegare per sommi capi di cosa trattiamo.




 
Ma che roba è questo CrossFit?
 
Come abbiamo scritto in precedenti articoli (Cos'è il CrossFit?), il CrossFit può essere definito come un programma di allenamento inerente la preparazione atletica generale, strutturato su lavori ad alta intensità sempre diversi, in cui vengono utilizzati movimenti presi da tre grandi aree: movimenti ciclici o “cardio”, ginnastica o “corpo libero”, pesistica e lanci. Se ciò continua a sembrarvi ostico e poco comprensibile, non possiamo non invitarti a provare sulla vostra pelle il senso della nostra definizione. Anche perché sarà di certo migliore dell’epiteto ufficiale che recita: “allenamento funzionale ad alta intensità costantemente variato”. E se invece volete sapere la differenza tra CrossFit e allenamento funzionale, questo è l'articolo che fa per voi ("Funzionale vs CrossFit")


CrossFit e globo gym
 
Con l’espressione “globo gym” vogliamo identificare la classica palestra a cui siamo tutti abituati. Quindi uno spazio composto da una segreteria, in cui mai vi è penuria di simpatiche ed avvenenti fanciulle, una sala pesi, vetrina perfetta per macchinari e bellimbusti dalle capacità più sbandierate che reali, ed una o più sale fitness, regno incontrastato di attività varie ed eventuali con l’obiettivo, più ideale che reale, di rendere magre belle ed in forma le esimie rappresentanti dell’altra metà del cielo.

Ovviamente le palestre tradizionali, avendo fiutato l'affare e per evitare di rimanere indietro, hanno iniziato a guardare con curiosità questi allenamenti vecchia maniera che (ohibò) si svolgono senza i comodi e rassicuranti macchinari e addirittura senza le coreografie musicali, e che oltretutto (sigh) sembrano elargire risultati davvero sorprendenti rispetto alle tradizionali attività ("CrossFit primi miglioramenti scientificamente testati"). A questo punto le strategie adottate sono stati due, contemporanee e antitetiche allo stesso tempo: denigrare il CrossFit ma cercare di inserirlo anche nelle globo gym, e su entrambe le questioni l'ignoranza sembra aleggiare suprema.

Sulle numerose critiche mosse al CrossFit, su cui spiccano il fatto che faccia male e che non sia uno sport per tutti, ne abbiamo già parlato qua e là, e magari potrebbe essere argomento specifico di un altro articolo. Ad onor del vero alcune di esse si basano su un fondo di verità, comune a tutti gli sport ad alta intensità, accresciuto poi dalla prassi che taluni allenatori e centri ufficiali hanno.

Sulla seconda strada, ossia quella di introdurre il CrossFit od un surrogato di esso, ne approfondiremo alcuni concetti, ribadendo fin da subito, per usare un eufemismo, che non ci trova affatto entusiasti.

 



Fare CrossFit in una globo gym, è possibile?
 
No, non lo è. Per tre questioni. Che abbiamo suddiviso per argomenti ed analizzeremo uno per uno. Ma procediamo con ordine:
 
Questione legale. Il primo aspetto riguarda le normative legali al marchio registrato CrossFit.
 
· La legge prevede un affiliazione annuale di circa 3000 dollari per poter ricevere il beneplacito dalla società centrale e praticare ufficialmente praticare CrossFit. Anche questo è sicuramente un argomento che ha suscitato, e continua a farlo, numerose ed accalorate discussioni. Per semplificare segnaliamo solo tre concetti che reputiamo importanti.
Punto uno. Se si vuole utilizzare nome e marchio CrossFit, sfruttandone quindi pubblicità e notorietà che esso comporta, bisogna affiliarsi. Se ciò non interessa nessun problema. Allenatevi, allenate ma senza scopiazzare nomi come nemmeno nelle nostre giovanili esperienze di scolarità. Perché continuare a vedere in giro “fitqualcosa” o “crossqualcosa” oltre a non essere un immagine molto edificante, si trascina sempre quel sentore negativo di slealtà.
Punto due. Se si ritiene che 3000 dollari l’anno siano una cifra eccessiva, non credo sia molto incoraggiante per un’attività che dovrebbe essere remunerativa. Se 250 dollari al mese di spese fisse sono troppe, se non altro questo fatto merita alcune riflessioni, e alcune di queste possono rimandare al punto uno.
Punto tre. Il “vorrei ma non posso” ha sicuramente aspetti complessi, ma se dopo molto tempo, ancora vi allenate in una palestra dove fate CrossFit o un surrogato dello stesso, ed ancora si chiama “x cross”, nonostante vi venga venduto come CrossFit, forse è giunto il momento di farvi alcune domande. Non vorremo che il “non posso” si sia trasformato nell’eticamente disonesto “perché pagare quando posso sfruttare il movimento pagato da altri”?
 
· Come è noto, e speriamo lo sia per tutti, per poter svolgere il ruolo di allenatori di CrossFit, è necessario frequentare e superare il corso "CrossFit Trainer Level 1". Lungi da noi sostenere che basti un corso della durata di un fine settimana per poter svolgere al meglio il difficile ruolo di allenatore, se si vuole svolgere questo ruolo non si può prescindere da ciò. Poiché il CrossFit è un marchio registrato, con tutti i pro ed i contro del caso anche in termini economici.

 



Questione logistica. Il CrossFit è uno sport che codifica ed organizza tutta una serie di movimenti i quali, per un corretto svolgimento ed anche per questioni di sicurezza, prevedono modi spazi ed attrezzature corrette.
 
· In primis pavimento gommato che permette l’abbandono di bilancieri, kettlebell, palle mediche e pesi vari. Può sembrare un inutile sfoggio di coatteria (che per i diversamente romani è sinonimo di rozzezza), e in alcuni casi lo è, ma il poter lasciar cadere il bilanciere nella fase negativa del movimento, soprattutto quando si parla di carichi notevoli, serve a preservare salute ed integrità dell’atleta. Provate a sollevare un bilanciere libero in una sala pesi per una girata (clean), la qual cosa già provocherà uno stupore simile a quello di un guerriero antico alla vista della prima arma da fuoco. Non contenti dell’atmosfera che avete provocato, provate ora a lasciarlo rozzamente cadere a terra. Bene. Probabilmente avrete appena conseguito, con una sola azione, tre risultati sicuri più un quarto che vi auguro: disintegrazione del bilanciere, devastazione del pavimento sottostante, immediata espulsione dalla palestra e, per la serie i disegni imperscrutabili dell’Altissimo, una selva urlante di donne che seguiranno il primo vero uomo che si sia allenato in una sala pesi come non si vedeva dai tempi della televisione in bianco e nero.
 
· Inoltre, per poter svolgere movimenti della pesistica con assoluta perizia, è necessario avere a disposizione bilanciere e dischi specifici, di certo non dei tubi di plastica con annesse pizzette prese in prestito dalla lezione di pump.
 
· Il CrossFit prevede anche alcuni movimenti che si sviluppano in altezza, lanci della palla medica al muro (wall ball), arrampicata alla corda (rope climb) ma anche le salite agli anelli e alla sbarra (ring o bar muscle up). Ma ahimè, l’altezza raggiunta dalla maggior parte delle globo gym renderebbe difficile anche una semplice trazione alla sbarra, figuriamoci il resto.
 
· Altra attrezzatura indispensabile per i praticanti di CrossFit sono i supporti per i bilancieri (rack) che permettono la predisposizione dello stesso ad altezze variabili per lavorare ottimamente con tutti quei movimenti che non prevedono partenza da terra, come nel caso degli squat o delle spinte verso l’alto. In un luogo dove il massimo supporto concepibile è il celeberrimo multipower, costituito da un binario verticale dove vive in cattività un bilanciere costretto tutta la sua vita ad un solo movimento bloccato, su e giù, capirete da soli che sarà dura anche solo poter svolgere alcuni movimenti, movimenti che tra l'altro figurano tra i fondamentali non solo del CrossFit ma di qualsiasi sport prestativo.
 
· Tutte queste attrezzature devono essere previste non come singolo elemento, ma devono permettere ad una mini classe di svolgere il lavoro di CrossFit ognuno nella propria postazione e con la propria attrezzatura. Questo perché, e sarà sempre bene rimembrarlo, il CrossFit non equivale a fare mega circuiti da decine di postazioni.




 
Questione allenatori. Al netto del solito delirio esterofilo compulsivo di cui soffrono molti italiani, che li appellano come “trainer” o “coach”, l’allenatore, che noi chiameremo nella nostra lingua, rappresenta uno dei punti che differenzia i centri ufficiali delle globo gym. Ma cosa li differenzia dall’allenatore medio che incontriamo nelle palestre tradizionali?
 
· I box CrossFit sono letteralmente pieni di allenatori che sono sportivi praticanti. Spesso praticati ad altissimo livello, dalla ginnastica agli sport da combattimento, passando dalla pesistica olimpica fino ad arrivare al rugby, ognuno di loro è in primo luogo un praticante. Molti si esercitano e gareggiano nel CrossFit o negli sport da cui provengono, e quindi insegnano ciò che essi svolgono sulla loro pelle in prima persona. Dubito troverete la stessa densità di sportivi praticanti nelle globo gym, sempre se escludiamo dagli sport la diffusissima pratica del posare davanti lo specchio in baldanzose pose. Ricordiamo sempre che il CrossFit è uno sport di prestazione, mentre la maggior parte degli allenamenti delle sale pesi possono essere visti come degradazioni o brutte copie di sport estetici, come il culturismo.
 
· Formazione continua. Nessuno di noi crede che basti un corso Level 1 per formare validi allenatori. Tuttavia molti degli allenatori CrossFit studiano e si formano continuamente, sia nei percorsi ufficiali, di certo utili ma forse troppo orientati a far guadagnare la casa madre, e in tutta una serie di percorsi di formazione. Essendo il CrossFit uno sport bello ma complesso, molti dei tecnici che si incontrano nei box seguono periodicamente corsi e seminari di pesistica in tutte le sue varianti, di ginnastica, di kettlebell, di atletica. Si interessano di programmazione e periodizzazione degli allenamenti, studiano e si formano su biochimica, fisiologia, biomeccanica, nutrizione. Ovviamente il tutto sborsando fior di quattrini di tasca propria. E alcuni di loro, e ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale, scrivono anche articoli divulgativi sugli argomenti sopra citati. Quindi, se in un centro CrossFit è possibile trovare anche allenatori di altissimo livello, in una palestra tradizionale siete sicuri di avere la stessa possibilità, senza sborsare cifre enormi per un personal con un curriculum lungo così?
 
· Problema densità. Nei centri CrossFit, solitamente, la proporzione è un allenatore ogni dieci o quindici atleti. Ciò permette una buona cura e correzione dei praticanti su tecniche e movimenti. Nelle globo gym invece, le lezioni fitness possono arrivare anche alle quaranta o cinquanta persone per un allenatore, per non parlare dell’affollamento delle sale pesi negli orari di punta, con densità simili alle spiagge nostrane il 15 di Agosto. Pensate che riuscirete a ricevere anche una sola correzione o consiglio durante il vostro allenamento? Sgranate i rosari.
 
· Paradosso cuore e portafoglio. Avete mai visto un allenatore di CrossFit che si allena con protocolli e attività delle globo gym? Ne dubitiamo. Ma possiamo assicurarvi che esistono diversi allenatori che lavorano nelle globo gym, ma che si allenano nei centri ufficiali CrossFit. Forse perché il portafoglio sarà anche nelle globo gym, ma di certo il cuore, ed anche il cervello, albergano in altri lidi.
 
 



Conclusioni

Sono sicuro che nella mia palestra si faccia davvero CrossFit?
 
Perché pagare una cifra più alta per un centro ufficiale CrossFit quando nella mia palestra a prezzi stracciati c’è già il corso “crossgym”?
 
Ma in sala pesi alla fine non si fanno le stesse cose del CrossFit?
 
“Cogito ergo sum” sentenziava un celebre pensatore. Il pensare che determina e dà vita al nostro essere. Senza scomodare tali filosofi ma parafrasando un po’ il suo concetto potremo noi dire che “dubito ergo sum”. Dubitare e porci domande può essere un una buona abitudine, nel nostro lungo e faticoso cammino verso il bene il bello ed il giusto. Speriamo di aver posto alcuni dubbi e chiarito alcune di questioni che potranno essere utili. Alla prossima.
 
Lorenzo Mosca



Se ulteriori approfondimenti vi rimandiamo alla nostra pagina ARTICOLI MIGLIORI, oppure cliccate sotto:








Pagina Facebook
Manipulus Mosca Copyright © 2010-2017
Tutti i diritti sono riservati - Privacy policy
Torna ai contenuti | Torna al menu