manipulusmosca - Il blog del Manipulus Mosca - Manipulus Mosca

Vai ai contenuti

Menu principale:

Grandi vittorie a Stazione Birra

Manipulus Mosca
Pubblicato da in Notizie ·
Tags: kickboxingmanipulusmosca

Grande giornata di sport a Stazione Birra. Grande giornata di Kick Boxing per il Manipulus Mosca.


Il bello e suggestivo locale di Ciampino porta fortuna di nuovo ai combattenti del Manipulus. Questa volta l’obiettivo era "Hurricane", torneo ad eliminazione diretta di Kick Boxing Light. Per l’importante appuntamento Lorenzo Mosca poteva schierare sul ring ben sei atleti, determinati a fare bella figura e a portarsi a casa l’agognata cintura di campione.

Il gruppo combattenti del Manipulus era composto da Alberto Bellet, nella categoria -70kg; Andrea de Filippis e Tommaso Micucci nella categoria -75kg; Simone Marinelli nella categoria +80kg; inoltre, provenienti niente popò di meno che dalla Pro Fighting Roma del maestro Alessio Smeriglio, vi erano anche Dalila Amelio, nella categoria -55kg e Valerio Valmarin nella categoria -70kg.

Ovviamente, come in ogni gara che si rispetti, erano giunti in massa i tifosi i quali, con la loro consueta sorridente spavalderia, avevano immediatamente occupato un settore del locale trasformandolo sin da subito nel bivacco del Manipulus.

Dopo le consuete pratiche burocratiche di iscrizioni e controllo del peso, dal primo pomeriggio partivano le fasi eliminatorie del torneo.

Prima del gruppo a salire sul ring era Dalila Amelio. Nella sua categoria erano 6 le ragazze in gara. Dalila, passata in semifinale per sorteggio, affrontava Chiara Buccella, allenata dal maestro Angilieri. La sua preparazione tecnica superiore, anche se viziata da errori dovuti all’eccesso di tensione mentale, permetteva comunque a Dalila una meritata vittoria e la catapultava direttamente in finale.

DALILA AMELIO VS CHIARA BUCCELLA


Il secondo a salire sul ring era Valerio Valmarin. La sua categoria, che era la stessa di Alberto Bellet, comprendeva ben 11 atleti. Valerio negli ottavi di finale affrontava Ivan Tollemeto del maestro Bagaglini. Nonostante il combattimento non fosse particolarmente tecnico, e nonostante la poca lucidità dimostrata, Valerio riusciva a vincere e passare ai quarti di finale. Sia per via della maggiore precisione e completezza tecnica, sia anche a causa dei richiami che aveva collezionato il suo avversario nel poco controllo dei colpi.

VALERIO VALMARIN VS IVAN TOLLEMETO


Nei quarti di finale, Valerio si trovava di fronte Federico di Carlo allenato da Davide Ferretti. Purtroppo, di fronte alla maggiore varietà di colpi e tecniche portate dal suo avversario, Valerio non riusciva a trovare una strategia efficace. Perdeva quindi il combattimento. La prossima volta sicuramente sapremo imparare dai nostri errori.

VALERIO VALMARIN VS FEDERICO DI CARLO


Toccava quindi ad Alberto Bellet, anche lui nella stessa categoria, che partiva dai quarti di finale affrontando Simone Bureca del Team Bagaglini. Entrambi davano vita ad un ottimo combattimento, tenendo quasi sempre un ritmo altissimo e rispondendo colpo su colpo. Alla fine delle due riprese, per via della maggiore precisione di braccia e della reattività nei contrattacchi, passava il turno Alberto.

ALBERTO BELLET VS SIMONE BURECA


In semifinale Alberto affrontava Federico Di Carlo. Grazie al suo ritmo martellante e alle sue precise ripartenze sia al viso con le braccia che in linea bassa coi calci, questa volta per l’atleta di Ferretti non c’era nulla da fare. Accedeva quindi alla finale Alberto.

ALBERTO BELLET VS FEDERICO DI CARLO


Ecco quindi giunto il momento per il suo esordio sul ring per Tommaso Micucci. Nella categoria -75kg erano iscritti 5 atleti. In semifinale incontrava Diego Perilli del Team Valacchi. Dopo due riprese in cui Tommaso si dimostrava troppo bloccato e senza lucidità, ed in cui riusciva a sbloccarsi solo nella seconda metà dell’ultima ripresa, riusciva a portarsi a casa la vittoria solo per via dei 3 richiami ufficiali per eccesso di contatto del suo avversario. Comunque sia, Tommaso arrivava in finale.

TOMMASO MICUCCI VS DIEGO PERILLI


Sempre nella stessa categoria era poi la volta di Andrea De Filippis. Nei quarti di finale si trovava di fronte Lorenzo Lepori allenato da Cristiano Di Marzio. Sin da subito Andrea metteva in evidenza la sua netta superiorità tecnica unita ad una notevole lucidità e freddezza mentale. Ergo la vittoria arrideva all’allievo di Mosca.

ANDREA DE FILIPPIS VS LORENZO LEPORI


Subito dopo Andrea, in semifinale, incontrava Alessio Ciampi sempre di Di Marzio. E ancora una volta la maggiore lucidità tattica di Andrea, unita alla precisione e alla varietà tecnica permetteva, all’atleta del Manipulus, di arrivare in finale, dove ad attenderlo, per una sfida tutta "inter nos", c’era l’agguerrito Tommaso.

ANDREA DE FILIPPIS VS ALESSIO CIAMPI


Ultimi dei nostri a salire sul quadrato di gara era Simone Marinelli, nella categoria +80kg, in cui vi erano 7 partecipanti. Nei quarti di finale si trovava di fronte Simone Fragassi allenato da Francesco Bellavita. Simone partiva subito carico e determinato attaccando e contrattaccando con la dovuta perizia di colpi. Per questo motivo, vincendo il match, accedeva alle semifinali.

SIMONE MARINELLI VS SIMONE FRAGASSI


In semifinale, trovava come Simone Matteoni allenato da Fabrizio Valacchi. Purtroppo questa volta, Simone non sembrava così concentrato come nel precedente incontro e, soprattutto nella seconda ripresa, lasciava troppo spazio di manovra al suo avversario. Per questa sua eccessiva passività, Simone perdeva la gara e veniva eliminato. Peccato.

SIMONE MARINELLI VS SIMONE MATTEONI


Terminate le fasi eliminatorie, e permesso agli atleti di rifocillarsi, recuperare le forze fisiche e mantenere sempre alta la concentrazione, si partiva con le finali.

Dalila Amelio era la prima del Manipulus a salire sul ring. Si trovava davanti Giulia Dragonetti, allenata da Roberto di Sansebastiano. Purtroppo, di fronte alla grinta e alla maggiore precisione dimostrata dalla sua avversaria, Dalila non riusciva al meglio ad essere incisiva contrastando in maniera attiva gli attacchi subiti e oltretutto lasciandosi trasportare anche dall’eccesso di tensione. Ragion per cui la giovane guerriera che combatteva con la casacca del Manipulus deve accontentarsi della, pur sempre onorevole, medaglia d’argento. Sarà per la prossima volta.

DALILA AMELIO VS GIULIA DRAGONETTI


Seconda finale e quindi seconda potenziale cintura in palio per il Manipulus, vedeva contrapposti, nella categoria -70kg, il nostro Alberto Bellet contro Adriano Fiore allenato da Stefano Masani. Sin da subito si rilevavano due stili di combattimento completamente diversi, Adriano era molto più vario e flessibile con le gambe, mentre Alberto era più completo, con colpi meno complessi singolarmente ma portati sia con le braccia che con le gambe. Mentre però nella prima ripresa nessuno dei due era prevalso nettamente, nella seconda invece, complice una tenuta fisica maggiore ed una inquadratura tattica più efficace, Alberto riusciva meticolosamente a piazzare le sue combinazioni senza dare modo al suo avversario di riprendere fiato. Vinceva così il match e si aggiudicava la cintura "Hurricane". Ottimo!

ALBERTO BELLET VS ADRIANO FIORE


Eccoci giunti alla finale della categoria -75kg tutta interna al Manipulus Mosca. Si trovavano opposti Andrea De Filippis e Tommaso Micucci i quali, oltre ad allenarsi insieme alla New Euro Health Club dell’Appio Latino, sono anche sparring partner reciproci. Per l’insolito evento, pronosticato e sperato dal loro allenatore, si era provveduto che Lorenzo Mosca non sarebbe stato all’angolo di nessuno, prevedendo gustarsi l’intero combattimento da spettatore a bordo ring, mentre i due atleti avrebbero dovuto scegliere uno dei loro compari. Infatti Andrea era accompagnato all’angolo da Simone mentre Tommaso aveva al suo angolo Alberto.
I due atleti del Manipulus davano quindi vita ad un match davvero entusiasmante, in cui alla scaltrezza di Andrea, Tommaso rispondeva con una maggiore determinazione sui colpi. Dopo due riprese che hanno fatto onore a loro, al loro allenatore, e alla Kick Boxing tutta, Andrea vinceva meritatamente il match e si porta a casa la cintura di campione. Medaglia d’argento per Tommaso che ha disputato una finale molto migliore del suo primo match, dando prova di grandi potenzialità. Tanto la cintura gliela può sempre togliere coi guanti in palestra!

ANDREA DE FILIPPIS VS TOMMASO MICUCCI


Il bilancio finale per il Manipulus Mosca non che essere più che lusinghiero. Lasciamo Stazione Birra con due campioni e due vice campioni, dimostrando superiorità netta nelle categorie tra 65 e 75 kg.

Con la gioia inoltre di aver creato, oltre che passione per uno sport che, a chi offre molto, ripaga con moltissimo, e forgia forti legami di amicizia.

L’appuntamento è adesso al 23 marzo 2013. Altro ring, altri match, altro sport. Sempre targato Manipulus Mosca!


GALLERIA FOTO



Buona la prima!

Manipulus Mosca
Pubblicato da in Notizie ·
Tags: manipulusmoscakickboxing
Resoconto con foto e video dei combattimenti di Andrea e Luca disputati ad Ascoli Piceno il 23 Giugno 2012

Magliette del Manipulus

Manipulus Mosca
Pubblicato da in Manipulus Mosca ·
Tags: manipulusmosca
Arrivano le stupende magliette ufficiali del Manipulus Mosca

Ecco il nuovo Blog

Manipulus Mosca
Pubblicato da in Manipulus Mosca ·
Tags: manipulusmosca
Parte da oggi il nuovo blog del Manipulus Mosca. Articoli di sport da combattimento, eventi, allenamento, alimentazione, notizie, curiosità.
Pagina Facebook
Manipulus Mosca Copyright © 2010-2017
Tutti i diritti sono riservati - Privacy policy
Torna ai contenuti | Torna al menu