CrossFit

Il CrossFit fa male. Ecco le prove

di 8 Marzo 2016 No Comments

 
Ultimamente si sta sempre più diffondendo, come una malattia altamente virulenta e contagiosa, una strana abitudine nel nostro Bel Paese. Si sussurra che molti siamo entrati nel pericolosissimo tunnel del CrossFit. Anche se nessuno mai lo ammetterà di persona, siamo riusciti a svelarvi come possiamo riconoscere i seguaci di questa specie di setta da alcuni inequivocabili segni distintivi.
 
1. Già alla vista dovremo notare una ragguardevole elevazione del portamento, che si vocifera ottenuto grazie ad una corretta e fiera postura, ed ad una certa tonicità globale che rende i corpi molto ma molto più atletici.
 
2. Alcune persone, sempre sotto anonimato, ci hanno giurato che alcuni di quelli colpiti dal morbo del CrossFit siano molto più attivi nella vita di tutti i giorni e molto meno stanchi. Altri hanno addirittura rivelato sotto giuramento di averli visti davanti ad Ikea per portare gratuitamente i pacchi degli altri. Quale tremenda abitudine!

3. Strane parole, apparentemente senza senso, si origliano in giro. Alcuni suoni di natura aliena, appartenenti a qualche lingua barbara e lontana, sembrano scuotere ed atterrire come non mai. Sembra proprio che la parola che susciti più terrore e sbigottimento sia la chimerica “burpees”.
 
4. Si vocifera che il tasso di socialità sia molto aumentato. Allenamenti di gruppo, dagli adolescenti alle madri di famiglia, voglia di fare le cose insieme, e grandi incitamenti a vicenda contraddistinguono i contagiati dal morbo, ed alcuni parlano anche di cene luculliane e serate mondane di grande livello.

 
5. Scrutando bene questa strampalata umanità, alcuni scommettono di aver visto anche dei piccoli marchi sul corpo, che, cosa quanto mai bislacca, vengono quasi mostrati come segni di orgoglio e persino di virilità. Attenti quindi a segni sulle tibie, linee rosse su braccia e gambe ma soprattutto a piccoli calli sulle mani. Dicono siano il segno inconfondibile per un praticante di CrossFit.
 
Speriamo di avervi dato delle preziose informazioni per riconoscere al volo i praticanti di CrossFit. Come ultima indicazione vi palesiamo i luoghi, assolutamente da non frequentare, dove sembrano riunirsi questi adepti, e dove, in alcuni particolari giorni, portentosi suoni, come di pesanti oggetti portati a terra, risuonano per tutta l’area. A noi comuni mortali sembrano solo delle normali palestre, anche piuttosto bruttine. Senza i profumati tappeti su cui possiamo guardare la tv camminando e rimanendo aggrappati con le mani. Senza i nostri comodi step su cui fare dei bei passini a tempo di musica, non quelle abnormi scatole di legno dove si compie un’azione così innaturale come saltare. O senza le fondamentali saune dove possiamo sudare e quindi dimagrire. Le loro palestre bruttine loro le chiamano “box”.
 
Questa malattia sembra essere sempre più contagiosa. State attenti.
 
Poi non dite che non vi avevamo avvisato.

Se volete leggere gli altri nostri articoli  andate sulla nostra pagina o cliccate sotto:


Richiedi ora la tua Consulenza Personalizzata!

Contattami
Lorenzo Mosca

Lorenzo Mosca

Con un passato agonistico nella Kickboxing e la vittoria di un titolo italiano Pro oltre ad una laurea con lode in Storia Contemporanea ed una in procinto di arrivare in Nutrizione Umana, dal "secolo scorso" ad oggi la mia passione per lo sport e per la conoscenza mi ha spinto a sperimentare ed affrontare nuove sfide. Sempre.