Sport da Combattimento

Una storia apparentemente senza senso

di 17 Giugno 2012 Aprile 25th, 2019 No Comments

Alcune volte capita di imbattersi in strani fenomeni, apparentemente irreali, che sembrerebbero il frutto di una mente lasciata troppo libera di abbandonare le leggi della natura e creare strane situazioni e strani mondi.

Capita quindi di trovarsi in mezzo ad una decina di baldi giovani, uomini e donne, i quali, in una serata umida di fine primavera si ritrovano nei locali chiusi di una palestra di Roma. Poi capita di vedere gli stessi ragazzi che si tolgono le scarpe, bendano le loro mani con fasce di cotone e si infilano i guantoni alle mani.

Capita allora che, ad un suono stabilito, inizino a menare pugni, calci e ginocchiate ad una persona di fronte a loro che indossa una paio di colpitori, che i ragazzi chiamano “pao”.

Alcuni ragazzi chiamano tutto ciò “Thai Boxe”, altri “K-1″.

Capita così che per tre interminabili intervalli di tempo, che loro chiamano “riprese”, continui questo gioco tremendo e faticosissimo, che li lascia alla fine senza fiato e completamente zuppi di sudore.
Tuttavia stranamente felici e molto soddisfatti del proprio lavoro.

Questa storia non è stata partorita dalla fervida mente di uno scrittore alle prese con le sue elucubrazioni al limite del fantastico. E non è nemmeno il risultato di un sogno particolarmente orrorifero dopo una cena troppo pesante.
Questo storia si chiama sport.
Il nostro sport.


FOTO DELL’ALLENAMENTO

Richiedi ora la tua Consulenza Personalizzata!

Contattami
Lorenzo Mosca

Lorenzo Mosca

Con un passato agonistico nella Kickboxing e la vittoria di un titolo italiano Pro oltre ad una laurea con lode in Storia Contemporanea ed una in procinto di arrivare in Nutrizione Umana, dal "secolo scorso" ad oggi la mia passione per lo sport e per la conoscenza mi ha spinto a sperimentare ed affrontare nuove sfide. Sempre.

Richiedi ora la tua Consulenza Personalizzata!

Contattaci