Programmare per il CrossFit - Il blog del Manipulus Mosca - Manipulus Mosca

Vai ai contenuti

Menu principale:

Programmare per il CrossFit

Manipulus Mosca
Pubblicato da in CrossFit ·
Tags: crossfitallenamentopreparazioneatletica




Il CrossFit rappresenta lo sport della "non specializzazione", in quanto il proprio obiettivo è quello di riuscire a raggiungere un livello alto in numerose capacità e abilità ma senza eccellere in nessuna, cosa che comporterebbe per forza di cose un abbassamento di livello in altri ambiti.

Il CrossFit sta prendendo sempre più piede in Italia, sia come preparazione atletica generale da utilizzare come base per altri sport, sia come modo utile per migliorare la propria atleticità e quindi la propria qualità della vita, sia infine come sport agonistico a tutti gli effetti.

In merito a ciò, pubblichiamo l'articolo di Alain Riccaldi per il sito rawtraining.eu, in cui viene impostato un discorso sulla metodologia di allenamento per questo sport e viene impostata una programmazione dell'allenamento agonistico.
L'articolo in questione risulta un testo positivo scritto con alti livelli di competenza, coerenza e scientificità, come del resto altri articoli di Riccaldi.

Approcciarsi ad uno sport tremendamente vario e complesso come il CrossFit non risulta affatto semplice. Il tutto viene reso ancora più difficile se l'obiettivo si orienta verso l'agonismo, ed è proprio a costoro che si rivolge l'articolo in questione.

La cosa che mi sento di aggiungere, e mi rivolgo a coloro che volessero iniziare con un attività come il CrossFit, è quella di non aver alcun tipo di fretta.

Visto l'alto tasso tecnico da padroneggiare, perlomeno nei livelli di base, in numerosi movimenti e attività, la fase iniziale del vostro CrossFit dovrà seguire necessariamente una curva molto morbida. In cui molto tempo sarà dedicato in primis al raggiungimento di un livello di mobilità e coordinazione articolare, stabilità muscolare tale da permettere di poter effettuare i movimenti.

In secundis sarà fondamentale dedicare tempo all'apprendimento corretto delle tecniche, da quelle più semplici fino a quelle più complesse, senza farsi prendere dal "tutto e subito". Questo perché senza un adeguato tempo di adattamento psicofisico renderebbe inutile i nostri sforzi esponendoci pericolosamente ad infortuni i quali, come spesso accade, non sono provocati dal CrossFit in se o da questo o quel movimento, ma da un approccio metodologico sbagliato o da un allenatore non all'altezza.

Infine mi sento di spendere due parole sugli allenatori, ossia coloro a cui è demandato il difficile ma onorevole compito di rendervi atleti partecipi e migliori di questa attività. Un allenatore competente, professionale e metodico, rappresenta, il più delle volte, il discrimine tra un serio e corretto percorso di crescita sportiva (quindi umana) e il verificarsi di spiacevoli e rovinose conseguenze. Ergo cercate, informatevi e pretendete allenatori professionali.

Buona lettura

PROGRAMMARE PER IL CROSSFIT



Pagina Facebook
Manipulus Mosca Copyright © 2010-2017
Tutti i diritti sono riservati - Privacy policy
Torna ai contenuti | Torna al menu