Corso su neuroscienze e movimento HMO 1° livello - Il blog del Manipulus Mosca - Manipulus Mosca

Vai ai contenuti

Menu principale:

Corso su neuroscienze e movimento HMO 1° livello

Manipulus Mosca
Pubblicato da in Formazione ·
Tags: neuroscienzedolore



 
Lorenzo Mosca ha frequentato e superato l'esame del corso di 1° livello, organizzato da 4Move®, sulle tematiche delle neuroscienze e del movimento, denominato HMO (Human Movement Optimization). Il corso propone e mette in pratica nuovi concetti, nuovi studi e nuove teorie sul complesso sistema di relazioni che intercorre tra movimento e sistema nervoso.

 
Sapete che secondo alcune teorie, per garantirci la sopravvivenza, l’unica funzione del cervello è il movimento?
E sapete che il dolore potrebbe essere interpretato come segnale di movimento?

 
HMO sembra essere un sistema plastico, versatile ed innovativo, studiato per dialogare direttamente con il nostro cervello andando a modificarne la mappa motoria, per ottimizzarne la prestazione. La sua metodica si presta ottimamente per agire su diverse strade: riduzione del dolore cronico, aumento mobilità articolare, miglioramento di prestazione sportiva. E quindi aumento della qualità di vita.

 
Durante il corso sono stati trattati tematiche relative alle neuroscienze applicate, come anatomia e fisiologia del sistema nervoso centrale, la genesi del dolore e le sue caratterizzazioni, legame tra mobilità articolare e sistema nervoso centrale, l’homunculus motorio e sensitivo, la formazione reticolare bulbo ponte (PMRF), la neuroplasticità. Docenti del corso sono stati Maicol Masuzzo, Daniele Baioletti e Daniele Pinto.





Dei tre grandi sistemi che inviano segnali afferenti al sistema nervoso centrale, quali propriocettivo, vestibolare e visivo, nel 1° livello del corso HMO ci si è concentrati sul primo. Quel sistema propriocettivo in base al quale, viene percepita la disposizione del corpo nello spazio e nel tempo. Erroneamente tendiamo a considerarla come un aspetto locale di ogni articolazione, ma in realtà essa risiede nel cervello, il solo in grado di modulare i segnali che riceve dai recettori periferici e sviluppare una mappa corporea globale. Il sistema HMO, attraverso movimenti articolari scientificamente organizzati, sfrutta i segnali propriocettivi che giungono al sistema nervoso centrale, per ottenere una risposta neurologica in grado di modificarne lo stato di partenza.

 
Un importante strumento in più nelle mani di un allenatore, come è il caso di Lorenzo Mosca, dalle grandi potenzialità e dai numerosi ambiti di applicazione, sia nel campo del dolore, che nel miglioramento di mobilità articolare, come anche nella prestazione sportiva.



Per ulteriori approfondimenti vi rimandiamo alla pagina "Articoli migliori" oppure cliccate sotto:








Pagina Facebook
Manipulus Mosca Copyright © 2010-2017
Tutti i diritti sono riservati - Privacy policy
Torna ai contenuti | Torna al menu